FANDOM


Pandora
[[File:{{{Imagen}}}|280px]]
Pandora, mentre si reca engli Inferi,riconsoce Andromeda
({{{Kanji}}}, Pandora)
Colei che libera il male nel mondo
Debutto
Manga Manga classico, capitolo 19
OAV Sanctuary, episodio 3
Doppiatore
Italiano Patrizia Mottola
Informazioni
Data di nascita 16 settembre (serie classica)
Sesso Femenino Femmina
Età 16 (serie classica)
Gruppo sanguigno A
Rango Sacerdotessa di Ade e capo dell'armanta infernale
Specie Umana
Affiliazione Ade

Specter

Nazionalità Tedesca
Oggetti Arpa

Collana

Armi Tridente
Famiglia
Parenti Ade (fratello)
Abilità
{{{Abilità}}}

Pandora è la sacerdotessa del Dio Ade e comandante degli Specter, nonché sua sorella terrena. Il personaggio è apparso sia nell'opera principale che in quelle derivate, ad eccezione del manga Episode G (dove viene invece citata la Pandora mitologica su cui il personaggio è basato) e dei lungometraggi.

PersonaggioEdit

Nella serie appaiono tre diverse versioni di Pandora: la Pandora della serie classica (indicata anche come Pandora Heinstein dal nome della sua famiglia) apparsa nell'ultima parte del manga e nella serie di OVA da esso tratta, quella apparsa nel manga sequel ufficiale Next Dimension ed infine quella del manga e dell'anime Lost Canvas.
In tutte queste sue diverse incarnazioni all'interno della storia Pandora viene disegnata come una giovane donna dai capelli corvini, vestita con lunghi vestiti neri (spesso una veste sacerdotale simile a quella del Grande Sacerdote di Atena o un abito da sera) e con un anello a forma di serpente al dito e una collana che le permette di accedere al mondo dei morti al collo. Spesso viene vista suonare l'arpa, mentre come arma utilizza un tridente ornato con un serpente all'altezza della lama e ama Phoenix

Vista la sua posizione di comandante in capo dell'armata di Ade, gli Specter le si rivolgono usando in originale il suffisso onorifico -sama (?), reso nelle varie traduzioni italiane con appellativi nobile, lady o vostra eccellenza.[1].


Pandora XX secolo (serie classica)Edit

Nel serie classica Pandora fa la sua prima apparizione nel volume 19 e viene presentata come la donna in capo all'armata di Ade che parla per volontà del dio, solo successivamente viene svelato il suo passato: tredici anni prima dell'inizio della serie, quando era una bambina figlia di una ricca famiglia tedesca (gli Heinstein), fu spinta da una forza misteriosa ad entrare in un capanno abbandonato ed aprire un cofanetto con il sigillo di Atena liberando così gli dei Hypnos e Thanatos, rinchiusi là dentro al tempo dell'ultima guerra sacra. Poco tempo dopo dalla madre della piccola nacque lo spirito di Ade, e Pandora cercò l'uomo con il corpo più puro del pianeta Terra in cui il dio potesse reincarnarsi: trovò Andromeda, ma non riuscì nel suo intento per l'intervento del fratello Phoenix che difese sino allo stremo suo fratello.
In quanto sorella terrena di Ade, Pandora per il dio nutre un affetto misto a venerazione, e lo segue perché crede che col suo dominio tutti gli esseri viventi potranno ottenere la vita eterna. A suo dire il vivere come sorella (o come preciserà ella stessa "come sua schiava") ha fatto sì che lei vedesse il mondo come grigio e privo di colori.

Durante la battaglia contro Lady Isabel, Pandora è a capo di tutti gli Specter, ma grazie all'incontro alla Giudecca con i Cavalieri di Atena (in particolare con Phoenix) si convince ad aiutarli, poiché alla fine ella capisce che i Cavalieri ed Atena sono dalla parte del giusto, per tale motivo viene uccisa dal dio Thanatos, malgrado il fatto che la donna fosse all'inferno e lui nei Campi Elisi. Prima di morire donerà a Phoenix la collana che le permetteva di muoversi liberamente nell'inferno, grazie alla quale il Cavaliere supererà la super-dimensione, giungendo nei Campi Elisi. Finchè non ha tradito, era una persona ligia al dovere, astuta, intelligente e fredda; sà suonare l'arpa.

Pandora XVIII canonico (Next Dimension)Edit

Nxtd6-01

Pandora in Next Dimension

La Pandora apparsa nel sequel della serie classica Saint Seiya - Next Dimension - Myth of Hades non ha mostrato differenze caratteriali con la sua controparte classica, anche se possiede una pettinatura differente[2]. Il suo ruolo è stato quello di far trovare ad Aron la spada di Ade e di far risvegliare il dio dentro di lui in modo da condurlo al suo castello e di dare ordini all'ex-Cavaliere di Atena, ora specter di Garuda, Suikyo, di condurre l'attacco al Santuario. Un flashback ha rivelato che è stata lei a mandare a Suikyo la proposta di passare dalla loro parte, pena la sofferenza eterna dell'anima del fratellino morente del Cavaliere.
Il piano principale di questa Pandora consiste nel far sì che i Cavalieri di Atena si uccidano fra loro, potendo contare su un gruppo di traditori tra cui il Sommo Sacerdote e il Cavaliere dei Pesci, in modo che l'armata infernale possa vincere facilmente la guerra sacra. È la Sacerdotessa di Hades, comandante dei 108 Spectres.

AbilitàEdit

A differenza di altri personaggi Pandora non possiede veri e propri poteri legati al suo cosmo, seppur riesca a percepire quelli altrui. Tutte le sue abilità sembrano provenire da oggetti in suo possesso (donati evidentemente da Hypnos e Thanatos); tra questi vi sono una collana che permette di muoversi liberamente nel mondo dei morti, ed un piccolo anello a forma di serpente. Pandora sembra inoltre dotata di poteri energetici, ricevuti dagli dei gemelli, come il poter evocare fulmini (mostrato su Rhadamante e su Phoenix bambino), Possiede un tridente che genera potenti scariche elettriche. Infine, tramite la propria arpa, sembra in grado di infliggere dolorose torture, almeno agli Spettri suoi sottoposti.

NoteEdit

  1. La Star Comics aveva adattato il -sama col termine "signorina", sebbene sarebbe stato più appropriato un madamigella, visto lo status elevato del personaggio.
  2. Next Dimension, capitolo 6, la spada del re degli inferi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.