FANDOM


Inferno
Hades
Vista dell'Inferno
Informazioni
Nazione Regno dei Morti
Divinità Ade
Governante Ade
Difese Specter
Esercito Specter
Guardiano Specter
Luoghi interni
Porta dell'Inferno
Acheronte
Prigioni infernali
Valle del vento nero
prato di fiori
Muro del Lamento

Nell'universo dei Cavalieri dello Zodiaco l'Inferno (地獄 Jigoku?) è la zona del mondo dei morti dove gli umani vengono punti per i loro peccati, e nel crearlo Masami Kurumada si è ispirato a quello della Divina Commedia (seppur con alcune differenze, per esempio non è presente il Limbo) difatti vi si accede attraverso una porta che recita "Lasciate ogni speranza, Voi Ch'entrate" e la sala del trono di Ade è posta è situata nella zona della Giudecca all'interno del Cocito, dove nel poema si trovava Lucifero. Non è da confondere col Tartaro apparso in Episode G

DescrizioneEdit

Geograficamente l'inferno si compone del vestibolo (dove si trovano gli ignavi), il fiume Acheronte (o Sanzu[1]), e da "otto prigioni, tre valli, dieci malebolge e quattro sfere"[2].

Ogni zona é protetta da almeno uno Specter (Caronte ha l'Acheronte, Lune la prima prigione, Pharaoh la seconda...) e nel punto più profondo (dietro il trono di Ade al palazzo della Giudecca) si trova il Muro del Lamento (Muro del pianto nelle traduzioni dei manga) che lo separa dall'Elisio, mentre dietro la seconda prigione vi è un campo di fiori (dove si trova Euridice, fidanzata del Cavaliere della Lira Orpheo). Nella serie Lost Canvas anticamente vi era anche una magnolia (situata sulla cima di una cascata di sangue) che in qualche modo era risucita a raggiungere l'ottavo senso e ad arrivare nel regno dei morti.

Porta dell'Inferno e vestiboloEdit

Una volta precipitati dalla bocca di Ade nello Yumotsumo, ci si trova davanti alla gigantesca porta di peitra del regno degli inferi. Su di essa è riporta la celebre frase Dantesca "Lasciate ogni speranza o voi ch'entrate", ammonimento per le anime dei dannati che mai avranno occasione di abbandonare quel luogo di supplizio eterno che li aspetta.

Dopo la porta vi è una vasta area desolata, il vestibolo, ove anime dannate sono raccolte per essere portate dal traghettatore Caronte all'altro capo del fiume stige. Molti di essi però sono condannati ad un eterna attesa, inq aunto sono le anime di coloro che non sono stati né malvagi né buoni e non sono quindi degni di subire un giudizio di salvezza o condanna.

Fiume AcheronteEdit

L'enorme fiume che separa il vestibolo dal vero inferno. Il suo eprcorso è talmente lungo da richiedere ore di tragitto sulla barca dello Spectre Caronte, suo custone e traghettatore. Tra i suoi flutti vi sono anche numerose anime dannate, cadutevi e che non pososno sfuggirvi; quando qualcuno si sporge dalla barca o vi cade, si appigliano ad esso e non lo lasciano sfuggire. Apparentemente è un fiume senza fondo...

Prima Prigione: LimboEdit

La prima prigione è costituita dal palazzo del silenzio, un enorme edificio marmoreo e tetro, sede del tribunale del mondo dei morti, presieduto dal giudice e generale infernale Minosse del Grifone, ma solitamente occupato dal suo vice-procuratore, Lune di Barlog. Egli raccoglie nei suoi tomi la storia di ongi individuo dell'umanità e, al momento dell'arrivo al tribunale, ne consulta il contenuto decidendo quale luogo degli inferi è il più adatto all'anima condannata; quindi tramite i suoi poteri fa precipitare nel luogo prescelto la vittima.

Nel manga classico, al momento dell'arrivo di Seiya e Shun, di guardia al luogo vi è anche il soldato skeletor Marchino

Oltre il palazzo vi è un ponte roccioso che collega alla valle dei lussuriosi

Prima Valle: lussuriosiEdit

Un luogo ove dimorano coloro che amarono per lussuria, sono condannati a vagare tra terribili venti che impediscono di ragigungere i loro partner in vita.

Seconda PrigioneEdit

Questo luogo è ispirato ad Abu Simbel del mondo reale. Qui si trovano le anime degli ingordi che sono costretti a fuggire all'interno delle'dificio braccati da Cerbero, il colossale mastino a 3 teste, che prende e divora le anime per l'eternità. Specter a guardia di questa prigione è Pharao della sfinge.

Dietro all'imponente edificio, vi è una vallata, unica in tutto il regno dei morti, in quanto ricolma di fiori. Qui ha dimorato Orfeo, cavaliere d'argento della Lira, che ha perso la sua amata Euridice; trmaite il suo talento musicale convinse Ade a restituirgliela, ma un bieco trucco ordino da Pandora ed eseguito da Pharao, l'ha imprigionata nella pietra; Orfeo decise dunque di rimanere qui epr alleviare le sue pene con la musica.

Terza Prigione: AvidiEdit

Questa prigione è una profonda valle che i dannati sono costretti a risalire spostando enormi macigni, per poi ricadervi in eterno. Il guardiano è lo Spettre Ivan di Troll

Quarta Prigione: Iracondi e ViolentiEdit

Questa scura valle è eprcorsa dal fiume Stige in cui dannati affogano, suo guardiano e traghettatore è lo Spectre Flegias di Lycaon

Quinta Prigione: EreticiEdit

In questo luogo le anime sono condannate a brucirare in eterno, prigioniere di tombe di pietra. Lo specter guardiano è Stand di Beetle. Qui avviene anche lo scontro tra Kanon e Ikki contro i 3 Giudici, in cui Eaco viene sconfitto.

Sesta PrigioneEdit

Non viene mostrata

Cascata di SangueEdit

Collega la 6° e la settima Prigione. Sulla sua sommità sorgeva fino alla guerra sacra del 1700 (Lost Canvas) una magnolia che aveva conquistato l'8° senso ed era quindi viva nel regno dei morti. Tenma di pegasus, guidato da Asmita della Vergine, la abbatte e i suoi frutti vengono raccolti da Yuzurina e Yato, da essi verranno formati i grani del rosario con cui sigillare i 108° Specter

Settima PrigioneEdit

Non viene mostrata, ma si sa che è percorsa dal fiume Flegentone e qui s'incontrano Alone, Tenma, Yazurina e Yato nella serie Lost Canvas

MalebolgieEdit

Sono 10 profondi abissi con diversi dannati, non vengono mostrati

CocitoEdit

Enorme distesa di ghiaccio ove sono imprigionati per l'eternità i traditori e coloro che sfidarono gli dei, tra cui tutti i Saint delle numerose guerre sacre contro Ade. Qui si conclude lo scontro tra Shion e Lune in Lost Canvas. mentre nella serie classica vengono impriogionati Seiya, Ikki, Aiolia, Mu e Milo. Il primo dei quali sarà liberato dal guardiano, Valentine dell'arpia, che vuole impossessarsi dell'armatura di Atena, venengo poi eliminato. Altri 4 Specter saranno uccisi dai 3 cavalieri d'oro quando il cosmo di Atena, tramite il suo cloth, li libererà.

GiudeccaEdit

Il palazzo dove risiede Ade con Pandora. Si trova nella parte più profonda degli inferi e dietro di esso sorge il Muro del Lamento che lo divide dall'Elisio.

Dietro la quinteEdit

Il doppiaggio italiano della serie classica ha fatto sì che il termine Ade o Inferi (da intendersi come Regno dei Morti) indichi diversi luoghi, e generando così alcune contraddizioni; ciò è dovuto in parte alla pratica di addattamento (molto difusa a quel tempo) di eliminare qualsiasi riferimnto a culture non europee.

Un esempio di ciò si ha col personaggio Shaka (Virgo nel doppiaggio storico) viene infatti (erroneamente presentato) come custode dei "Sei Mondi di Ade", ma in realtà si tratta dei Sei Mondi del Samsara in cui il Cavaliere può inviare l'anima del nemico (non a caso il nome del colpo in originale è Rikkudo Rinne, che in giapponese vuol proprio dire Ruota del Samsara).

Un discorso diverso vale per i llugo dove viene bandito Lucifero dopo la sua ribellione, che sia nei doppiaggi italiani che nell'adattamento dell'anime comics viene indicato come "inferi", mentre in originale è chiamato Makai, ossia mondo dei demoni.

NoteEdit

  1. Il Sanzu è l'equivalente dell'Acheronte nella mitologia buddista. In particolare Pegasus si riferisce al fiume come Sanzu quando lo vede per la prima volta, ma successivamente Caronte specificherà il nome Acheronte
  2. I Cavalieri dello zodiaco - Saint Seiya- Hades, OVA 14 (1 Inferno), edizione italiana

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.