FANDOM


Erii Aizawa
Daisy
(相沢 絵梨衣, Aizawa Erii)
Debutto
Anime Primo Film
Doppiatori
Italiano Maddalena Valdacca (I film, primo doppiaggio)

Giorgia Lepore (I film, secondo doppiaggio)

Giapponese Sho Mayumi
Toshiko Fujita (posseduta)
Informazioni
Specie Umana
Sesso Femenino Femmina
Nazionalità Flag of Japan (bordered) Giappone
Occupazione Educatrice dell'orfanatrofio
Rango Civile
Famiglia
Famiglia Orfana

Erii è una delle educatrici dell'orfanatrofio dove lavora Mioh ed è molto amata dai bambini. All'inizio del film dimostra un interesse (ricambiato) per Hyoga che l'ha salvata dall'essere investita da un'auto. Dopo aver trovato la mela d'oro (tornata sulla Terra con la cometa Leprus) viene posseduta dall'anima di Eris, che se ne serve finché la dea non assorbe da Atena l'energia sufficiente per ricreare il suo corpo mitologico. A detta di Discordia ciò è accaduto perché è la ragazza è stata predestinata dalla stelle (nel primo doppiaggio si dice che è nata sotto la stessa configurazione astrale della dea).
Il nome originale della ragazza sembra essere stato scelto per assonanza con quello della dea che la possiede.

Storia Edit

Daisy nacque a Nuova Luxor e, in circostanze ignote, rimase orfana di entrambi i genitori. Venne così affidata a vari collegi, ultimo tra i quali il St. Charles. All'orfanotrofio, Daisy conobbe Lamia, una bambina della sua stessa età, e le due divennero amiche.

Passarono alcuni anni, e Daisy e Lamia divennero abbastanza grandi da poter lasciare l'orfanotrofio qualora volessero. Come gesto di gratitudine verso il prete che le aveva cresciute, e verso l'unica famiglia che avevano, le due decisero però di restare per dare una mano e prendersi cura dei bambini più piccoli. Daisy così iniziò a far loro da insegnante, ma continuò anche a badare a loro ed a giocarci insieme, intrattenendoli ad esempio creando delle figure con i fili. Ben presto, la ragazza si guadagnò l'affetto di tutti loro, e persino quello di Smarty, uno tra i più dispettosi, che però non sempre le obbediva. Frequente vittima degli scherzi di Smarty era un altro bambino di nome Sancho, che Daisy doveva spesso consolare dopo le marachelle del compagno.

Un giorno, un ragazzo di nome Pegasus fece ritorno all'orfanotrofio per parlare con Lamia. Pegasus era parte di un gruppo di bambini partiti qualche tempo prima dell'arrivo di Daisy per addestrarsi e diventare Cavalieri dello Zodiaco, e la ragazza ne aveva sentito parlare dai racconti dell'amica. Timida per natura, Daisy non fece immediatamente amicizia con Pegasus, tra l'altro poco socievole per via di alcune situazioni personali che lo riguardavano, ma imparò pian piano a conoscerlo a causa delle sue frequenti visite.

Alcuni mesi più tardi, Daisy era impegnata a controllare i bambini che giocavano nel parco quando, a causa dell'ennesimo dispetto di Smarty, Sancho rischiò di essere investito da un'auto. Vedendolo in pericolo, Daisy non esitò a gettarsi a salvarlo, rischiando a sua volta la vita, ma venne salvata dal tempestivo arrivo di Cristal il Cigno, amico di Pegasus ed a sua volta Cavaliere dello Zodiaco. La bontà ed il fascino del ragazzo fecero subito colpo su Daisy, che per il resto della giornata faticò a concentrarsi su suoi compiti.

Eris army 06

Erii (posseduta da Eris) coi Cavalieri Ombra della Dea

Cristal, venuto in visita al collegio insieme a Pegasus, all'amico Andromeda e ad una ragazza di nome Isabel, si fermò fino a sera, e così pian piano i due poterono iniziare a conoscersi ed entrarono in confidenza. Daisy confidò a Cristal di essere anche lei orfana e di trarre sollievo solo dalla presenza dei bambini, ed il ragazzo, a sua volta attratto da lei, le spiegò invece che la sua forza erano gli amici. Alla ricerca di un pò di solitudine, i due uscirono ad ammirare il cielo stellato, ma improvvisamente l'attenzione di Daisy venne attirata da una cometa che stava attraversando il cielo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.