FANDOM


Artemide
God - Artemis
Artemide come appare in Le Porte del Paradiso
(月の女神アルテミス, Tsuki no megami Arutemisu)
Debutto
Manga Next Dimension, capitolo 15
Anime Film Le porte del Paradiso
Doppiatori
Italiano Loredana Nicosia
Giapponese Yurika Hino
Informazioni
Specie Divinità
Sesso Femminile
Altezza 159
Tipo di Armatura Kamui
Esercito Angeli (film)

Guardiane Lunari (manga)

Rango Dea della Luna
Tempio Tempio della Luna
Padre Zeus
Madre Leto
Zii Poseidone

Ade

Fratello Apollo

Ares

Sorella Atena

Muse (nominate in Episode G)

Nonni Crono (nonno paterno)

Rea (nonna paterna)
Ceo(nonno materno)
Febe (nonna materna)

Armi
Arco e freccia (film)
Scettro (manga)

Artemide (chiamata Artemis nell'edizione italiana di Next Dimension) è la dea della Luna e sorella maggiore di Atena. In origine il personaggio è stato creato per il film Le porte del Paradiso ed in seguito è apparsa (seppur con desing diverso) anche nel sequel Next Dimension. In entrambe le versioni della storia ella non si è reincarnata in un umano, ma appare col suo vero corpo.

DesingEdit

Vi sono profonde differenze a livello di desing fra l'Artemide della coppia Araki-Himeno per il film e quella disegnata da Kurumada per il suo manga.

L'Artemide del film ha gli occhi verdi, i capelli biondo-platino leggermente mossi sulle punte, mentre quella di Kurumada ha gli occhi sono scuri e mandorla come Papillon e i capelli completamente lisci (come appaiono nei settei per la sua controparte del film) e di un biondo più scuro, nonchè una mezzaluna sulla fronte in stile Sailor Moon. L'Artemide del manga inoltre appare con indosso la sua armatura, mentre quella del film porta solo un abito bianco con un bustino blu.

StoriaEdit

Film Edit

Mentre Saori sta curando Seiya, rimasto ferito durante lo scontro con Ade, viene attaccata da tre cavalieri detti Angeli, seguaci della dea Artemide. All'apparire improvviso di un'enorme luna, si manifesta anche la sua signora, sorella maggiore di Atena; Artemide ordina alla sorella di rinunciare a proteggere gli uomini e di consegnarle il suo scettro, simbolo del dominio sulla Terra. Atena accetta, ma in cambio desidera che la sorella perdoni i suoi Cavalieri per aver sfidato gli dei: sarà lei stessa a scontare le loro colpe, sottoponendosi all'Espiazione sacrificale, un ritò che purificherà i peccati degli uomini col suo sangue.

Artemide e i suoi Angeli prendono così possesso del Grande Tempio in Grecia e cercano di impedire che i Cavalieri raggiungano Atena. Nonostante i suoi sentimenti contro l'umanità, che gli dei hanno deciso di annientare, Artemide nutre un profondo affetto per Toma di Icaro, uno dei suoi Angeli; seppur umano, ella lo considera diverso da tutti gli altri, l'unico che abbia mai scelto.

Quando, dopo diversi scontri, il Cavaliere di Pegaso raggiunge Atena, che lo purifica dalla maledizione di Ade invece di ucciderlo, Artemide si adira con la sorella minore e fa comparire il suo arco d'oro, pronta a scagliare la sua letale freccia della luna. Nel momento in cui scocca la freccia, a frapporsi tra questa e Atena, vi è Icaro, il suo pupillo. Artemide ne sembra turbata.

Seiya, dunque, ritenendo senza senso i discorsi di Artemide sulla superiorità degli dei e rimasto colpito dalle parole di Toma su ciò che significa essere uomini, osa sfiorare la dea con un suo colpo: in quel momento, ancora più adombrato, giunge Apollo, fratello delle due dee, che decide di porre un termine alla hýbris del Cavaliere.


ArtemideND

Artemide alla sua prima apparizione nel manga

MangaEdit

Artemide appare nel suo tempio protetta dalle sue Guardiane Lunari e da Callsito, quando Atena e Shun si reca da lei sull'olimpo, per chiederle aiuto per salvare Seiya di Pegasus dalla maledizione della spada di Ade che rischia di ucciderlo, facendo tornare indietro il tempo. Artemide, però, non dispone di questo potere e dice alla sorella di recarsi alla ricerca di Chronos, il Dio del Tempo.

Dopo che Atena lascia il santuario della sorella, Artemide comunica a Callisto di temere per Atena e per la strada che ha deciso d'intraprendere, sapendo che Zeus non avrebbe mai perdoanto la dea della gisutizia.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.