FANDOM


Nella serie de I Cavalieri dello zodiaco, i vari guerrieri apparsi indossano come protezionie delle speciali armature state forgiate al tempo dei miti greci da speciali fabbri al servizio degli dei e donate poi dalle divinità le donarono poi ai loro Cavalieri per proteggerli e permettere di lottare nelle varie Guerre Sacre (in genere per il dominio della Terra, che è protetta alla dea Atena).

Le armature furono costruite con materiali diversi e quindi hanno diversi livelli di resistenza e poteri, a seconda del metallo usato, e della classe di guerrieri corrispondente. Possono coprire una piccola parte o la quasi totalità del corpo del guerriero, a seconda della categoria, e in genere si suddividono in 9 parti: l'elmo che copre la testa, i due coprispalla che proteggono le spalle e coprono la schiena, il pettorale che protegge il torace, i due bracciali che proteggono le braccia e coprono anche le mani, la cintura e infine i due schinieri che coprono le gambe ed i piedi. Quando non sono indossate i pezzi dell'armatura si dispongono in modo da assumere la forma (detta anche statua o totem) rappresentata dalla loro costellazione o dalla creatura / personaggio / oggetto mitologico che raffigurano.
Nella creazione delle armature (in particolare della prima tipologia apparsa, ossia i Cloth o Sacre Vestigia) Kurumada affermò di volersi inizalmente ispirarsi al kesa dei monaci buddisti, ma poi cambiò idea[1].

Spesso il termine armature è stato adattato (specialmente nell'anime classico) anche con vestigia (termine nell'italiano corrente non indica vesti o altri oggetti d'abbigliamento o equipaggiamento, ma ha il significato di "rovina", "repero" ecc...) poiché i nomi usati per indicare le vari tipologie di armature contengono il kanji veste o abito (衣). Tutte le tipologie delle armature hanno inoltre la pronuncia dei loro kanji (spesso in lingua inglese) forzata tramite il rubi.

Sono più potenti di normali armature costruite dall'uomo e la loro forza può essere amplificata (entro certi limiti) dal cosmo del Cavaliere che la indossa e viceversa l'armatura aumenta (sempre entro certi limiti) la potenza del guerriero. Le armature si distinguono in diversi tipi a seconda del gruppo di guerrieri che la usa, ed all'interno di uno stesso tipo ci possono essere categorie diverse, la cui resistenza aumenta man mano che si sale coprendo una percentuale maggiore del corpo.

Le armature su cui la serie fornisce più informazioni sono quelle dei Cavalieri di Atena: esse hanno una vita propria e se subiscono seri danni, muoiono. Possono comunque essere riparate con speciali attrezzi da specifici fabbri anche se vengono ridotte in frammenti, in cambio del sangue di un Cavaliere che le riporta a nuova vita. Quando l'armatura subisce danni più leggeri in genere basta riporla nello scrigno affinché si autoripari, in questo caso però i danni più gravi permangono. Non è chiaro se tutto questo valga anche per le restanti tipologie di armature (che nn sembrano avere scrigni).


Tipologie di ArmatureEdit

Nome Gruppo di guerrieri Rappresentano Note
Cloth (Sacre Vestigia) Cavalieri di Atena Le 88 costellazioni[2] Esistono anche i Black Cloth, indossati dai Cavalieri Neri (che non hanno divinità), nell'anime vi sono poi gli Steel Cloth indossate dai Cavalieri d'Acciaio alleati di quelli di Atena, nel terzo film i Cloth dei Sacri Guerrieri di Febo (fedeli a Phoebos Abel). Nella serie animata ci sono anche vari Cloth senza costellazione indossati dai cosidetti Other Saint agli ordini di Saga.
God Robe (Vesti del Dio) Guerrieri Divini di Odino Stelle dell'Orsa maggiore Esclusive dell'anime, ognuna di loro ha la forma di un essere o di un oggetto della mitologia nordica. Una loro prima versione appare nel secondo film. Menzione a parter merita la Odin Robe del dio.
Scale (Vestigia di scaglie) Guerrieri dei Mari di Poseidone I sette oceani Ogni Scale ha la forma di un mostro marino. Esite anche lo Scale della messaggera personale di Poseidone (a forma di sirenetta)
Surplice (Vestigia degli inferi) Specter di Ade Le 108 stelle malefiche Ogni Surplice rappresenta una diversa creatura mostruosa o animale legato alla morte. Se si escludono quelle di Ade, degli dei dei sogni e delle divinità gemelli, esistono inoltre Surplice non regolari per i Cavalieri resuscitati che rappresentano la loro costellazione.
Kamui (Vestigia degli dei) Dodici dei dell'Olimpo sconosciuto Le armature indossate da Poseidone, Atena e Ade (che rappresentano le stesse divinità) nella serie vengono identificate nelle schede tecniche del manga rispettivamente come Scale, Cloth e Surplice.
Soma I Dodici Titani Le armi date ai Titani da Gaia per abbattere Urano Si tratta delle armi dei Titani, trasformatesi in corazze.
Ars Magna (Grande Tesoro) Gli dei primordiali sconosciuto Appare solo quella di Ponto non è chiaro se sia il nome di una tipologia di armature o solo di quella del dio del mare.
Adamas (Vestigia di diamante) Giganti di Tifone Pietre e minerali Esclusive del romanzo Gigantomachia. Ogni armatura è composta da una pietra diversa
Glory (Vestigia Celesti) Angel Angeli (?)[3] Apparse solo nel V film e in Next Dimension
Nahual (Vestigia di ossidiana)[4] Jaguar di Tezcatlipoca I vari aspetti ed epiteti del dio giaguaro Ne appaiono solo due nel secondo volume Lost Canvas Anecdotes
Orbe (Veste di pietre preziose) Garnet e i Jewels Nessuno in particolare[5] Le uniche Orbe che appaiono sono quelle di Krest e Garnet, che non sono spiriti delle gemme. Appaiono nel volume 3 Lost Canvas Anecdotes
Galaxy (Veste della galattica/della Via Lattea) Martian[6] Insetti Appaiono in Saint Seiya Omega
Tatoo (Veste d'Inchiostro) Taonia Vari animali Appaiono nel sesto volume Lost Canvas Anecdotes, il loro aspetto varia a seconda dell'animale che rappresenta lo spirito dei vari Taonia.

Altre ArmatureEdit

Ci sono poi armature di cui non si conoscono i nomi delle tipologie, come quelle degli Angeli di Lucifero, quelle indossate dai Blue Warriors (che dovrebbero essere Cloth visto che discendono da dei Cavalieri di Atena, ma le loro schede tecniche non sono mai state pubblicate) e quella indossata da Felser durante il torneo di Catalania, di colore nero.

NoteEdit

  1. Intervista a Masami Kurumada, rilasciata a Shonen Jump e pubblicata in Italia sul primo numero del manga edito da Star Comics nel 2001
  2. Vi è in più il Cloth di Cerbero, che è una costellazione estinta
  3. La Glory di Toma (l'unica di cui si sia mai visto un totem) ha la forma di un angelo dormiente
  4. Il nome delle armature contine un gioco di parole, in quanto i kanji usati in giapponese per ossidiana (黒曜石) letteralmente significano "pietra nera lucente", mentre quelli usati per il nome del tipo di corazza(黒曜衣) stanno per "veste nero lucente"
  5. Quella di Garnet rappresenta il suo simbolo araldico, quella di Krest è una copia del Gold Cloth dell'Acquario
  6. Attualmente la Galaxy potrebbe essere il nome solo di quella di Mars

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.